MTChallenge: Chestnut Honey and Feta Pizza / MTChallenge: Pizza al miele di castagno e feta

pizza feta e miele di castagno, chestnut honey and feta pizza 1

Here comes another month, here another MTChallenge. This time Eleonora and Michael, the two minds behind the blog Burro e Miele, threw their gauntlet not with a recipe but with an ingredient instead, and honey it is. Panic. This exact month is filled with work and new ideas, meetings, recipe testing and I won’t deny that such a great freedom within the challenge scares me a bit. In order not to exhaust myself I decided to keep a low profile, a very low one…but always with the desire to test new recipes and enjoy something different. Feta and honey have been a staple of Sunday brunches for a long time now and I’ve been crumbling feta on almost all of my white pizzas in the past years. It seemed to me like a perfect combination. A sweet and salty pizza, bring it on! The idea of putting honey directly into the dough is a winning one. Chestnut honey has a very distinctive taste and the result is pretty good…I already have been thinking of other recipes and I think I will be experimenting next Autumn. For the umpteenth time I want to thank MTC for being such a source of inspiration.

Chestnut Honey and Feta Pizza
Makes 12 pizzas of a diameter of approximately 11 cm

Preferment

240 g AP white flour
240 g water
1 g of instant yeast

Mix flour, yeast and water, cover the bowl with plastic wrap and leave at room temperature 9 hours.

Dough

preferment
180 g Ap white flour 0
180 g finely ground semolina flour
90 g water
90 g chestnut honey
6 g salt

200 g feta
chestnut honey

Dissolve the honey in water and add to the preferment.
Mix with the aid of a fork, then add the sifted flour.
Knead until almost all the water is absorbed, add the salt and knead until all ingredients are completely absorbed.
Put the dough in a bowl, cover with plastic wrap and let rise at room temperature for one hour.
Knead into a ball, cover the bowl and let rise two hours.
Divide the dough into 12 equal portions and shape into even balls.
Store them in containers brushed with a little olive oil, cover with clingfilm and let a few minutes at room temperature.
Put the dough to rest in a refrigerator for about 24 hours.
Let the dough into the containers and let rise in a warm place for about two hours.
After this time, flatten out the dough with your hands (rolling pin is forbidden!), gently deflating the dough from the centre and pushing the bubbles out leaving a thick border on the outside.
Bake for about 5′ in the oven preheated to 275° C.
If the dough swells in the middle deflate with the help of a wooden spoon.
Crumble the feta cheese on the pizzas and pour honey according to your taste.

pizza feta e miele di castagno, chestnut honey and feta pizza 2

MTChallenge: Pizza al miele di castagno e feta

Altro mese, altro MTChallenge. Questo giro siamo stati imbarcati da Eleonora e Michael del blog Burro e Miele che ci chiedono non di interpretare una ricetta bensì un ingrediente: il miele. Panico. È un periodo denso e ricco di idee, lavori, proposte, incontri e non nego di far fatica a muovermi in cotanta libertà. Alla fine per non esaurirmi e non fare fumare troppo il cervello ho deciso di tenermi con un profilo basso, che dico bassissimo…ma sempre con la voglia di provarci e assaporare qualcosa di diverso. Feta e miele sono oramai da parecchio tempo un caposaldo dei brunch domenicali e già la feta la sbriciolo da anni sulle mie pizze bianche. Mi è sembrata una combinazione perfetta per una pizza tra il dolce ed il salato. L’intuizione migliore è stata quella di mettere il miele direttamente nell’impasto. Essendo il miele di castagno un miele molto saporito il risultato si sente eccome…prevedo già altre sperimentazioni (penso che rimanderò al prossimo autunno ma per non rischiare di dimenticarmi prenderò appunti)! Per l’ennesima volta grazie all’MTC per essere una continua fonte di ispirazione.

Pizza al miele di castagno e feta
x 12 pizzette dal diametro di 11 cm circa

Prefermento

240 g Farina Bianca Nostrana (disponibile presso le filiali di Migros Ticino) oppure farina 0
240 g acqua
1 g lievito di birra istantaneo

Mischiate farina, lievito e acqua, coprite la ciotola con pellicola e lasciate a temperatura ambiente 9 ore.

Impasto

prefermento
360 g farina per pizza del Mulino di Maroggia (disponibile presso le filiali di Migros Ticino)
oppure 180 g di farina 0 + 180 g di farina di semola rimacinata fine
90 g acqua
90 g miele di castagno
6 g sale

200 g feta
miele di castagno

Sciogliete il miele nell’acqua e aggiungetela al prefermento.
Amalgamate con l’aiuto di una forchetta dopodiché aggiungete la farina setacciata.
Impastate finché quasi tutta l’acqua sarà assorbita, aggiungete il sale e impastate fino a completo assorbimento.
Riponete l’impasto in una ciotola, coprite con pellicola alimentare e lasciate lievitare a temperatura ambiente per un’ora.
Impastate ancora e formate una bella palla, coprite nuovamente la ciotola e lasciate lievitare due ore.
Dividete l’impasto in 12 porzioni uguali e fatene delle pallette ben tese.
Riponetele in contenitori spennellati con pochissimo olio, coprite con pellicola alimentare e lasciate qualche minuto a temperatura ambiente.
Mettete a riposare gli impasti in frigorifero per circa 24 ore.
Lasciate gli impasti nei contenitori e lasciate lievitare gli impasti al caldo per circa 2 ore.
Trascorso questo tempo stendete l’impasto con le mani (il matterello è vietato!), sgonfiando delicatamente la parte interna e spingendo le bolle verso l’esterno e lasciando un bel bordo spesso all’esterno.
Cuocete la base, in forno preriscaldato a 275 °C, per circa 5′.
Se gli impasti si gonfiano al centro sgonfiateli con l’aiuto di un cucchiaio di legno.
Sbriciolate la feta sulle pizzette e fate colare miele di castagno a piacimento.

23 thoughts on “MTChallenge: Chestnut Honey and Feta Pizza / MTChallenge: Pizza al miele di castagno e feta

  1. Proprio stamattina mi è venuta in mente la pizza al miele… e per fortuna ho rinunciato praticamente subito a proporla all’MTC, perché ho già fatto 2 esperimenti sul salato e mi sono quasi decisa per uno dei due. Mi ripromettevo però di provarci in futuro perché l’intuizione mi pareva buona… ed ecco che arrivi tu (e chi altri? :-) ) e la proponi, in golosissimo abbinamento con la Feta.
    Il miele di castagno è in assoluto quello che preferisco. Dicono tutti che sia amaro, io lo trovo semplicemente aromatico e delizioso… e ne mangerei a kg, specialmente con i formaggi sapidi.
    Splendida interpretazione la tua… alla faccia del basso profilo!
    Un abbraccio.

  2. Io stavo aspettando qualcuno che osasse un miele più impegnativo, e sei arrivata tu con questa meraviglia. E personalmente trovo che l’abbinamento con la feta sia proprio ben indovinato. Ma sono di parte, io amo entambi gli ingredienti protagonisti da te scelti. Basso profilo proprio non direi, hai creato una meraviglia.
    Grazie!

  3. La feta qui sopra ci sta da Dio! Posso sentirne il sapore e la perfetta armonia fra i due elementi. Una pizza al miele proprio non avrei potuto pensarla ma tu sei capace di tutto e sui lievitati io mi inchino alla tua meravigliosa conoscenza.
    Penso che prenderò l’ispirazione per il mio prossimo buffet, mi ispira troppo! Grazie splendore! Un bacione, Pat

  4. secondo me, il segno distintivo dei fuori classe è il low profile.
    Penso a quelle ginnaste che volteggiano sulle pedane con una naturalezza infinita, a quelle eleganze che abbagliano solo con un dettaglio, a quelle guide sicure, per cui scendi dalla macchina fresca come una rosa-e magari ti sei appena lasciata alle spalle una Parigi Dakar.
    E poi penso a te e a questa pizza.
    Devo aggiugere altro?
    :-)

    • Grazie Ale, sei molto dolce.
      Ma cosa devo fare per diluderti? Quasi quasi alla prossima sfida partecipo assemblando da tutti già preconfezionati, stile Parodi, giusto per il gusto della provocazione ;)
      Ma a quel punto temo che verrei proprio cacciata dall’MTC :D
      Un abbraccio forte e chiaro a te
      Lou

    • Grazie mille Francesca! Ci ho lavorato tanto tanto, secondo me più o meno chiunque ce la può fare però dipende tanto anche dalla manualità…e mi rendo conto non soia evidente per tutti, magari puoi provare un passo alla volta iniziando con impasti meno idratati ;)
      Un abbraccio
      Lou

  5. Quella pasta deve essere qualcosa di divino. Io vivrei di pizze et similia….mi hai fatto già venire l’acquolina in bocca. Complimenti, bravissima come sempre!!

  6. Io una pizza al miele non ho avuto la fortuna di assaggiarla proprio mai e per questo la trovo ancor più irresistibile.
    Ottimo l’abbinamento con la feta, nel caso ho già pronte le olive giuste e l’origano buono…il nostro!:))

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...