Maroggia’s Mill Cookbook: Kamut and Pear Crumble / Il ricettario del Mulino di Maroggia: Crumble di kamut alle pere

A classical British dessert for today’s Maroggia’s Mill Cookbook recipe. I used a flour available at Maroggia’s Mill which is not directly produced by them. I was intrigued since I used Kamut flour very seldom. I took a look online and found out that Kamut flour is more easily digestible, has a lower glycemic index and is very rich in protein, amino acids, vitamins and minerals compared to wheat flour. Seen all these qualities why not use it to bake a sweet? The crumble turned out beautifully, soft and heavenly melting in the mouth when warm, crunchy when eaten cold. The basic recipe for the crumble can be used with any kind of seasonal fruit, spices and even chocolate chips!

Kamut and Pear Crumble
Makes one 22×16 cm pan

600 g pear
150 g Kamut flour
150 g butter, from the fridge
40 brown sugar
20 g granulated sugar
20 g muscovado sugar
grated rind of half a lemon (I used a zester)

Cut the pears into cubes, put them in a pot with a finger of water and lemon zest and cook over low heat for about 10′.
Drain the excess water and set aside.
Preheat the oven to 180° C.
In a bowl add the flour, sugar and butter cut into small pieces.
Work with your fingertips until the butter and the dry ingredients are evenly mixed and you have coarse crumbs.
Grease the pan with butter, put the pears and cover with the flour, sugar and butter crumbs.
Bake for about 30′ or until well coloured.
The crumble can be served hot or cold.
It’s quite a different dessert when tasted at different temperatures, when cold it’s more on the crunchy side.
Generally in England it is tasted straight form the oven, topped with a good vanilla custard.

Il ricettario del Mulino di Maroggia: Crumble di Kamut alle pere

Oggi per il ricettario del Mulino di Maroggia vi propongo un classico dolce inglese. Ho usato una farina disponibile al Mulino di Maroggia che non è direttamente prodotta da loro, ma mi sono subito incuriosita. Molto raramente ho usato la farina di Kamut. Dunque ho dato un’occhiata online e ho scoperto che è più facilmente digeribile, ha un indice glicemico inferiore ed è molto ricca di proteine, aminoacidi, vitamine e minerali rispetto alla farina di frumento. Visto tutte queste qualità perché non usarlo per cuocere un dolce? Il crumble, quando è caldo, è morbido e si scioglie in bocca divinamente, mentre risulta croccante se consumato freddo. La ricetta base per il crumble può essere utilizzata con qualsiasi tipo di frutta stagionale, spezie e persino gocce di cioccolato!

Crumble di kamut alle pere
x una teglia 22×16 cm

600 g pere Abate
150 g farina di Kamut del Molino Rachello (disponibile presso il Mulino di Maroggia)
150 g burro, dal frigorifero
40 g zucchero di canna
20 g zucchero semolato
20 g zucchero muscovado
scorza grattugiata di mezzo limone (io uso lo zester)

Tagliate le pere a cubetti, mettetele in una pentola con un dito di acqua e la scorza di limone e fatele cuocere a fuoco lento per circa 10′.
Scolate l’acqua in eccesso e mettete da parte.
Preriscaldate il forno a 180° C.
In una ciotola unite la farina, lo zucchero e il burro tagliato a pezzetti.
Lavorate con la punta delle dita fino a mischiare in maniera omogenea il burro e gli ingredienti secchi.
Otterrete delle briciole grossolane.
Ungete con del burro la teglia, versate le pere e ricoprite con le briciole di farina, zucchero e burro.
Infornate e fate cuocere circa 30′ o finché ben colorato.
Il crumble si può gustare caldo oppure freddo.
Sono abbastanza diversi come dolci gustati a diverse temperature.
Quando mangiato freddo risulta molto croccante.
In genere in Inghilterra si gusta appena sfornato con un buon custard, una crema all’inglese a base di uova e al gusto di vaniglia, caldo anch’esso.