Maroggia’s Mill Cookbook: Cream, Almond and Pistachio Grissini / Il Ricettario del Mulino di Maroggia: Grissini alla panna, mandorle e pistacchi

grissini panna mandorle pistacchi 2

Sometimes the best recipes for Maroggia’s Mill Cookbook are born this way…recovering ingredients that have been languishing in the fridge for too long and next to their expiration date. Full cream, I can’t ever recall for which recipe I had bought it. Was it to make a batch of fleur sel caramel or rather to bake some cookies to nibble on at tea time? No clue at all! Then I came up with this bizarre idea. What about trying to bake sweet full cream infused grissini, would they taste any good? The answer came with the verdict from my faithful guinea pigs, these grissini are simply AMAZING. And highly addictive to…Flavia knows something about it, having said at least three times “This is the last one, I swear” before sealing the bag and leaving the few survivors on her studiomate Micha’s desk. These grissini can be underbaked, maintaining an internal softness which makes them very pleasant and accentuates the creamy quality of its dough. Alternatively, you can bake a little longer and let them dry in the oven to make them crispy. However you decide to bake them they are perfect as a snack for tea time or to munch on in front of a good movie. The sugar and pistachio breading can be replaced with other kinds of chopped nuts. What are you waiting for, roll up your sleeves and knead!

Cream, Almond and Pistachio Grissini
Makes about 2 trays grissini

260 g white AP flour
150 g full cream
50 g water
40 g white sugar
40 g ground almonds
20 g finely chopped pistachios
20 g fine semolina flour
15 g brown sugar
10 g shortening
4 g salt
1 g instant yeast

Combine water and sugar in a saucepan, stirring occasionally to melt the sugar and then boil until the liquid reaches 106° C.
Set aside and let cool.
In a separate bowl combine the flour, ground almonds, instant yeast and salt and mix until homogeneous.
In another bowl combine the cream to the sugar syrup, then add to the dry ingredients.
Knead until you get a smooth ball.
Finally add the shortening, kneading until all fat is absorbed.
Shape the dough into a sausage, grease it with vegetable oil and wrap it in cling film.
Let the mixture stand at room temperature for about two hours.
In a bowl mix the pistachios, raw cane sugar and semolina flour.
After the proofing time has passed shape the breadsticks as follows.
Cut a piece of 1 cm width from the dough, along the shorter side of the sausage, roll the piece in the mix of semolina flour, sugar and pistachios and shape the breadsticks by stretching the dough from the centre outward.
Place the grissinis on a baking sheet covered with parchment paper.
Bake in preheated oven at 200° C, bake for 7′ on one side until they start to brown, then turn over and bake for as many minutes on the other side.
Taste to understand the degree of baking.
I personally had several samples and found that these grissinis are very good when still a bit soft on the inside.
If you want more the grissini to be crunchy leave them to dry for about an hour in the oven with the door slightly open (you can put a wooden spoon to leave a small opening only).

grissini panna mandorle pistacchi 1

Il Ricettario del Mulino di Maroggia: Grissini alla panna, mandorle e pistacchi

Alle volte le migliori ricette per il Ricettario del Mulino di Maroggia nascono così…con il recupero in corner di alimenti che languono in frigo da troppo tempo e prossimi alla data di scadenza. Della panna, perché lo presa poi non me lo ricordo nemmeno. Sarà stato per fare del caramello al fleur del sel, piuttosto che dei biscotti da sgranocchiare all’ora del tè? Mistero! Tant’è che mi è balzata questa idea bizzarra. Come saranno dei grissini dolci alla panna? La risposta non è tardata a venire con il verdetto delle mie fedele cavie, PAZZESCHI. E ad alto rischio di dipendenza…ne sa qualcosa Flavia la quale avrà ripetuto almeno tre volte “Questo è l’ultimo” prima di decidersi di sigillare il sacchetto e lasciare i pochi superstiti sulla scrivania del suo collega di studio Micha. I grissini possono essere cotti mantenendo una morbidezza interna, che li rende molto piacevoli e accentua la qualità pannosa e morbida dell’impasto. In alternativa potete cuocerli per un po’ più tempo e farli asciugare in forno per renderli croccanti e biscottati. Ad ogni modo si prestano benissimo per accompagnare un tè per merenda oppure come snack da sgranocchiare davanti ad un buon film. La panatura di zucchero e pistacchio può essere sostituita con altra frutta secca tritata. Cosa aspettate per tirarvi su le maniche e impastare?

Grissini alla panna, mandorle e pistacchi
x 2 teglie di grissini

260 g farina bianca nostrana, farina bianca a chilometro zero del Mulino di Maroggia oppure farina 0
150 g panna intera liquida
50 g acqua
40 g zucchero bianco
40 g mandorle tritate
20 g pistacchi tritati fini
20 g farina di semola rimacinata fine
15 g zucchero di canna grezzo
10 g strutto
4 g sale
1 g lievito di birra istantaneo

Unite l’acqua e lo zucchero in un pentolino, rimestando di tanto in tanto fate sciogliere lo zucchero e poi bollire fino al raggiungimento di 106°C.
Mettete da parte e fate raffreddare.
In una ciotola unite la farina, le mandorle tritate, il lievito di birra e il sale e mischiate finché omogeneo.
A parte unite la panna allo sciroppo di zucchero e unite agli ingredienti secchi.
Impastate finché otterrete una palla omogenea.
Da ultimo aggiungete lo strutto, impastando finché il grasso non sarà tutto assorbito.
Formate un salsicciotto, oliatelo con olio di semi e chiudetelo in pellicola alimentare.
Lasciate l’impasto al caldo per circa due ore.
In una ciotola unite i pistacchi, lo zucchero di canna grezzo e la farina di semola.
Trascorso il tempo di lievitazione formate i grissini come segue.
Tagliate un pezzetto di impasto della larghezza di 1 cm, lungo il lato più corto del salsicciotto, rigiratelo nel mix di farina di semola, pistacchi e zucchero e formate i grissini stirandoli dal centro verso l’esterno.
Riponeteli su una teglia ricoperta di carta da forno.
Infornate in forno preriscaldato a 200’C, cuoceteli per 7’ su un lato, finché iniziano a dorare, poi rigirateli e cuocete per altrettanti minuti sul lato opposto.
Fate un assaggio per capire a che grado di cottura sono arrivati i grissini.
Personalmente ho fatto diversi assaggi e ho trovato che i grissini sono buoni anche quando se rimangono un po’ morbidi all’interno.
Se invece li volete più biscottati potete farli asciugare per circa un’ora nel forno spento con lo sportello leggermente aperto (potete infilare un cucchiaio di legno per lasciare solo uno spiraglio aperto).

2 thoughts on “Maroggia’s Mill Cookbook: Cream, Almond and Pistachio Grissini / Il Ricettario del Mulino di Maroggia: Grissini alla panna, mandorle e pistacchi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...