From the book “Dolci Regali”: Estonian Kringel / Dal libro “Dolci Regali”: Estonian Kringel

Estonian Kringel 1

My passion for MTChallenge’s monthly appointment is well known to all of you. Even macrobiotic diet hasn’t stopped me, even thought I had to drop the last challenge. There is no way to get me out of the most challenging and fun food bloggers’ challenge in the web. I just love that feeling of anticipation waiting for the announcement of the winning recipe and the following days, waiting to know what will be the next challenge. I learned so much, certainly not enough, and enjoy it very much. Needless to say when the book “Dolci Regali” came out I didn’t waste a minute and bought several copies of the book, one for me and the other for friends and family members. Anyone obsessed with home baking should get a copy. Each page is full of wonder, inspiration and valuable information.
I immediately pinned some recipes and this was the first I baked. I had to make some obvious adjustments with the amount of flour (which is swiss and therefore has no indication of strength as indicated in teh book) in the dough and had a great result, similar to the
braided wreath I baked at the beginning of my blog adventure but much, much softer. It seemed a perfect gift for Father’s Day and as I guessed my father enjoyed it very much (well, my mother did have some too and liked it very much) while what remained of the sacrificial Kringel that was sliced for the sake of the picture was taken to work to the delight of my employer, who has appreciated it so much to the extent of publishing a picture on her Facebook page! So I suggest you to try this wonderful recipe, are you ready to sink your teeth into this soft bread, fragrant with cinnamon? Roll up your sleeves and follow me into the kitchen!

Estonian Kringel (Recipe by Greta, from the book “Dolci Regali” from the “I libri dell’MTChallenge” series)

650 g strong bread flour
270 ml milk, at room temperature
200 g sugar
110 g melted butter, cold
50 ml water
2 g instant yeast
1 egg
1 tablespoon ground cinnamon
1 pinch of salt

Stuffing
110 g melted butter
50 g brown sugar
50 g almonds slivers
15 g ground cinnamon
1 pinch of salt

Melt in the water a tablespoon of sugar from the total amount indicated in the recipe, add the yeast and 20 g of flour from the total amount and let stand 20′.
In a bowl add the beaten egg, milk, sugar, salt and cinnamon.
Mix with the K beater, at medium speed, until all thoroughly mixed then add the yeast mix and 200 g of flour.
Mix until the flour is all absorbed, add butter and flour in three stages, taking care that the amount you just added has been absorbed in the dough.
When all ingredients are blended replaced the leaf with the hook.
Knead until the dough reaches the window pane stage.
My advice is to mix at medium speed until the dough starts to detach from the sides of the bowl, then put on maximum speed and mix until the bowl is clean, then stop immediately.
Let the dough stand at room temperature in the bowl covered with plastic wrap and let it rise until doubled (about two hours).
After two hours transfer the dough on a floured surface, divide it in half and roll out two long and narrow rectangles.
Combine the ingredients for the filling, brush them on rectangles and roll the dough from the longest side and close well the final edge of the dough, pinching it with your fingers.
Put on a baking sheet covered with parchment paper and let stand in refrigerator for at least 30′.
Outside the refrigerator cut along the cylinders, in correspondence of where you have sealed the dough.
Seal the two ends together and braid.
Close in a circle and seal the two ends together well.
Put on a baking sheet covered with parchment paper, cover with plastic wrap and let rise until doubled (about two hours).
Preheat oven to 190° C and bake for 15′, then lower the oven to 170° C and bake 10′, finish the baking with 10′ at 100° C.
Out of the oven let cool on a wire rack.

Estonian Kringel 2

Dal libro Dolci Regali: Estonian Kringel

Che sia una patita delle sfide dell’MTChallenge oramai è ben risaputo. Nemmeno la dieta macrobiotica, tranne l’ultima sfida a cui mi risultava davvero difficile poter partecipare, è riuscita a farmi uscire dal tunnel della sfida tra blogger più difficile, più stimolante e divertente del web. Semplicemente adoro quella sensazione di attesa che anticipa l’annunciazione del vincitore e i giorni seguenti in cui si scalpita per sapere quale sarà la prossima sfida. Ho imparato tanto, sicuramente non abbastanza, e mi sono divertita molto. Inutile dire che quando è uscito il libro “Dolci Regali” mi sono fiondata a prendere diverse copie del libro, per me e per amici e famigliari. Un libro che raccomando vivamente a tutti gli appassionati di lievitati e dolcezze varie. Ogni pagina è una meraviglia, un’ispirazione, un’informazione preziosa. Mi sono appuntata subito alcune ricette e questa che vi ripropongo oggi è stata la prima che ho replicato. Ho dovuto fare alcune ovvie modifiche per adattare le quantità di farina (svizzera e perciò senza indicazione di forza) dell’impasto e andando ad occhio penso di aver ottenuto un ottimo lievitato, simile all’angelica che feci agli albori del blog ma molto, molto più soffice. Mi è sembrato un dono perfetto per la festa del papà e ci ho azzeccato, il mio babbo se l’è spappata di gran gusto (beh anche mia madre non ha fatto i complimenti) mentre quel che rimaneva del Kringel sacrificale per le foto del blog è stato portato al lavoro per la gioia della mia datrice di lavoro, che ha tanto apprezzato da pubblicarne la foto sulla sua pagina Facebook! Perciò vi esorto a provare anche voi questa splendida ricetta e consigliarvi di comprate una copia del libro perché ne vale la pena! Siete pronto a tuffare il naso in una soffice fetta profumata alla cannella? E allora rimboccatevi le maniche e seguitemi in cucina!

Estonian Kringel (ricetta di Greta, dal libro “Dolci Regali” della collana “I Libri dell’MTChallenge”)

650 g farina bianca nostrana oppure farina 0
270 ml latte a temperatura ambiente
200 g zucchero
110 g burro fuso freddo
50 ml acqua
2 g lievito di birra istantaneo
1 uovo
1 cucchiaio di cannella in polvere
1 pizzico di sale

Farcia
110 g burro fuso
50 g zucchero di canna
50 g mandorle a filetti
15 g cannella in polvere
1 pizzico di sale

Sciogliete nell’acqua un cucchiaio di zucchero dal totale, unite il lievito e 20 g di farina dal totale.
Lasciate riposare 20′.
Nella ciotola dell’impastatrice unite l’uovo sbattuto, il latte, lo zucchero, il sale e la cannella.
Fate girare con la foglia a velocità media finché tutto amalgamato dopodiché aggiungete il lievitino e 200 g di farina.
Impastate finché la farina sarà tutta assorbita, aggiungete il burro e la farina in tre fasi, aspettando sempre che le quantità appena aggiunte siano state assorbite dall’impasto.
Quando gli ingredienti saranno amalgamati sostituite la foglia con il gancio.
Impastate finché avrete ottenuto un impasto incordato.
Il mio consiglio è quello di lavorare a velocità media finché l’impasto non inizia a staccarsi dai lati della ciotola, dopodiché dare il massimo della velocità finché la ciotola è pulita e fermarsi immediatamente.
Lasciate l’impasto a temperatura ambiente nella ciotola coperta con pellicola e fate lievitare fino al raddoppio (circa due ore).
Trascorse le due ore ribaltate l’impasto su un piano infarinato, dividetelo in due e stendete dei rettangoli lunghi e stretti.
Unite gli ingredienti per la farcia, spennellatela sui rettangoli e arrotolate l’impasto dal lato più lungo e chiudete bene il lembo finale dell’impasto pinzandolo con le dita.
Riponete su una teglia coperta di carta da forno e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30′.
Fuori dal frigorifero praticate un taglio lungo tutti i salsicciotti, in corrispondenza di dove avete sigillato l’impasto.
Sigillate insieme i due finali dell’impasto ed intrecciatelo.
Chiudete in una ghirlanda e sigillate bene i due finali insieme.
Riponete su una teglia ricoperta con carta da forno, coprite con pellicola alimentare e fate lievitare fino al raddoppio (circa due ore).
Preriscaldate il forno a 190° C e cuocete per 15′, abbassate a 170° C a cuocete 10′, terminate la cottura con 10′ a 100° C.
Fuori dal forno fate raffreddare su una gratella.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...