Oops I did it again! Almond, Candied Orange Peel and Aniseed Sweet Rice Cakes! / Oops I did it again! Tortine di riso alle mandorle, arancia candita e anice

tortine riso 1 copia

Oops I did it again (didn’t I say I would no longer post sweet recipes?)! Well this is an old recipe, part of a menu I made up a few months ago for a project that never came to life. I kept those recipes aside for any emergency, a Plan B to keep the blog post flow constant. It was a smart choice. Macrobiotics are driving me a little crazy. The rigidity of both routine and diet, the fix scheme of my daily cooking; with the usual adage of having forgotten to soak legumes the night before, the ridiculous amounts of rice in the fridge, the depressing mashes of colourless leftovers which get mixed together day after day and last but not least the piles of dishes, pots and pans to wash. Not good on the mood, but above all a terrible waste of time especially because I do not own a dishwasher. I can’t deny weekly improvements as starting to work out a proper scheduling of food preparation, synchronising the preparation of various remedies and meals (also to try and economize a little on the electricity bill, which I fear will be a lot higher than usual) and sporadical creativity in the kitchen. But I am quite far from having embraced the macrobiotic lifestyle with acceptance and a joyful spirit. Let me dream a little with this sweet dessert, who knows maybe one day I’ll be back cooking and experimenting with desserts and sweets. The original recipe is from Tuscany and I got it from a book on Italian regional cuisine that my mother gave to me years ago, Le migliori ricette della cucina regionale Italiana. I always had a soft spot for sweet recipes with rice: pudding, frittelle, ice cream you name it! There is nothing better than a creamy and scented rice cake to pamper yourself a little in this cold cold weather. Almonds confer a little crunchiness, blending well with the rich and velvety texture of the rice. Anise naturally sweetens the cream adding a delicate flavour while candied orange peel, with their mild sourness, balance off the content of sugar. Here I am, already salivating profusely…follow my advice, pin down the recipe and try it as soon as you can. I have no doubt it will seduce your taste buds.

Almond, Candied Orange Peel and Aniseed Sweet Rice Cakes
Makes 6 ramequins

100 g risotto or Arborio rice
500 ml milk
75 g sugar
60 g almonds, chopped
30 g candied orange peel
2 eggs
zest of 1/2 a lemon
1 teaspoon anise seeds
butter and breadcrumbs for the moulds

In a saucepan boil the milk with the lemon zest and coarsely chopped aniseed.
Let simmer for 5′, then filter and in another saucepan add the rice to the flavoured milk.
Cook until the rice has absorbed almost all the liquid, about 30′.
Meanwhile butter 6 ramequins and sprinkle the bottom and sides with breadcrumbs.
Let cool the rice, then add the egg yolks, sugar and finely chopped almonds.
Whip the egg whites until stiff and add to the rice mixture stirring with a rubber spatula.
Make sure that the eggs do not deflate.
The secret is to mix from the bottom upwards, incorporating the gently the egg whites.
Pour the mixture into the ramequins and bake in preheated oven at 180° C for 20′ or until golden on the surface.

tortine riso 1 copia

Tortine di riso

Ci casco di nuovo (mica avevo detto niente dolci?) ma lo ammetto, la mia è pura pigrizia mista a disorganizzazione. Questa è una vecchia ricetta facente parte di un menù fatto qualche mese fa per un progetto poi non andato in porto. Ho tenuto le ricette da parte per i tempi più difficili, come piano B per mantenere il flusso di post sul blog costante. E ho fatto bene. La macrobiotica mi sta facendo un poco impazzire. La rigidità della routine e della dieta, il continuo e quotidiano spadellamento; con il consueto adagio dei legumi non messi ammollo, del riso già cotto dimenticato alla sua sorte in frigo, il continuo riciclare i resti dei resti dei resti in deprimenti pastoni incolori, la conseguente montagna di piatti pentole e padelle da lavare non fanno bene al mio umore, ma soprattutto mi fanno perdere tanto di quel tempo che nemmeno ve lo potete immaginare. Anche perché non posseggo una lavastoviglie. Ogni settimana che passa noto dei miglioramenti, guizzi creativi in cucina, un poco più di organizzazione con la preparazione degli alimenti, la sincronizzazione nella preparazione di vari rimedi e cibi (anche per cercare di economizzare sull’elettricità, la quale bolletta presumo avrà già subito dei picchi incredibili e che temo non poco). Ma sono ancora lontana dall’aver abbracciato lo stile di vita macrobiotico con spirito gioioso e di accettazione. Perciò lasciatemi un poco sognare con questo dolce, chissà che un giorno io non torni sporadicamente a cucinare e sperimentare con i dessert e dolci vari. La ricetta originaria è della Toscana e la base l’ho presa da un libro sulla cucina regionale che mi ha regalato mia madre anni fa, Le migliori ricette della cucina regionale Italiana. Non so voi ma a me i dolci con il riso son sempre piaciuti tantissimo, dal budino alle frittelle. Con questo clima freddo poi non c’è di meglio che un buon dolce profumato per coccolarsi un poco. Le mandorle danno un poco di croccantezza sotto i denti e ben si sposano con la consistenza cremosa del riso cotto nel latte. L’anice conferisce una naturale dolcezza mentre la scorza di arancia candita con una piccola punta aggrumata e acida bilancia il dolce senza farlo scivolare nella stucchevolezza. Ecco, sto già salivando a profusione… Voi che potete fatevi un favore, appuntatevi la ricetta e provatela al più presto. Mi farete poi sapere, ma non ho alcun dubbio che vi conquisterà!

Tortine di riso alle mandorle, arancia candita e anice
x 6 cocottes

100 g riso per risotti tipo Arborio
500 ml latte
75 g zucchero
60 g mandorle tritate al coltello
30 g arancia candita
2 uova
scorza di 1/2 limone
1 cucchiaino di semi di anice
burro e pangrattato per gli stampi

In un pentolino fate bollire il latte con la scorza di limone tagliata grossolanamente e i semi di anice.
Portate a ebollizione e lasciare sobbollire per 5′, dopodiché filtrate e in un altro pentolino unite il riso al latte aromatizzato.
Fate cuocere finché il riso avrà assorbito quasi tutto il liquido, circa 30′.
Nel frattempo imburrate 6 cocottes e cospargetene il fondo e i lati con il pangrattato.
Lasciate raffreddare il riso, poi unite i tuorli, lo zucchero e le mandorle tritate finemente.
Montate a neve ferma i bianchi d’uovo e unite mescolando con una spatola di gomma, facendo attenzione a che gli albumi non si smontino.
Il segreto è quello di fare un movimento rotatorio dal basso verso l’alto, inglobando i bianchi.
Versate il composto nelle cocottes e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° C per 20′ o finché dorati in superficie.

8 thoughts on “Oops I did it again! Almond, Candied Orange Peel and Aniseed Sweet Rice Cakes! / Oops I did it again! Tortine di riso alle mandorle, arancia candita e anice

  1. Mmm…non mi piace sentire una Lou un po’ demoralizzata…tesoro, quando si inizia qualcosa di nuovo è sempre difficile iniziare ad imparare ad organizzarsi e apprezzare tutto ciò che si sta facendo. Fai un bilancio degli obiettivi raggiunti, di come ti senti, ma soprattutto sii gentile con te stessa e concediti qualcosa, se non ce la fai a mantenere il ritmo “macrobiotico” costante ed eventualmente rivedi qualcosa. Se sei come me (e secondo me un po’ lo sei), vedi tutto o bianco o nero, senza riuscire a vedere quelle famose “vie di mezzo” che ogni tanto sono indispensabili :)
    Io intanto mi segno questa ricetta che mi piace da morire e che penso piacerebbe ad un sacco di persone che conosco :)
    Ti stritolo in un abbraccio,
    buona giornata!

    • Tesora Angiola, mi hai stanata in pieno!
      Mercoledì ho sgarrato e son stati dolori ma ho esagerato e la mia terapista alimentare ha detto che posso concedermi qualche mini sgarro anche per capire cosa mi fa male…beh lo zucchero per me è VELENO!)
      È che a sgarrare ho paura di perdere il controllo…ma devo imparare
      Questi tortini che te lo dico a fare sono spettacolari, se riesci a provarli fammi sapere che ne pensi
      E grazie, grazie mille per il supporto ;)
      Un abbraccio grande e buon weekend
      Lou

  2. Capisco benissimo quello che intendi: la paura di perdere il controllo è la peggiore! Ma possiamo o non possiamo migliorare? Non siamo nati imparati :) quindi migliora con piccoli obiettivi! Io sono con te (e con me, perchè io sono uguale ;)) ti abbraccio tesoro, appena faccio questa delizia, te lo diró

  3. Questi tortini sono deliziosi! Adoro i dolci a base di riso e mi dispiace molto per la tua necessità di tenerti lontana dallo zucchero :( io sono talmente golosa che farei una fatica incredibile a darmi una controllata!
    Volevo ringraziarti per il commento che hai lasciato ai miei baci: sei stata gentilissima! ^_^
    Il tuo blog è molto carino, mi piace la delicatezza delle tue ricette, tornerò a trovarti con molto piacere!
    Buona settimana! :-D

  4. lou, qando si inzia una strada non facile (io non ce la fare mai credo) come quella che hai deciso di intraprendere tu, avere dei “cedimenti” e sgarrare credo sia normale. non abbatterti e vedrai che arriverai dove vuoi! sei forte. io lo so! ;-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...