Liquorice Torrone and Christmas Wishes / Torrone alla liquirizia e Auguri di Buon Natale

Torroni 1

This is my last recipe before Christmas, I don’t know yet if there will be more confectionery/sweets recipes next year as sugars and dairy product are the biggest no no in my new diet, and I would like to avoid falling into easy temptations even by having a little taste. But change is inevitable, the whole evolving as the days go by. I really wanted to post this recipe to show how sometimes the simple addition of a single ingredient can change a product, making it more special. All people who have tasted this licorice torrone were positively impressed, especially by its freshness. A christmassy treat, very easy to do (yes only three days to Christmas but I assure you, you can make it). With this recipe I say goodbye to 2014 and welcome 2015 with curiosity and confidence that everything will be fine. I wish you all a wonderful, Merry Christmas and a Happy New Year. See you in 2015!

Glucose syrup
75 g sugar
35 g water
1/4 teaspoon lemon juice

Mix all the ingredients in an ovenproof saucepan.
Place in the oven at 80° C for 20′, out of the oven stir well to make sure that the last grains of sugar are completely dissolved and pour into a clean bottle.
Let cool and refrigerate.
You can use the glucose syrup the next day.

Liquorice Torrone (original recipe by Cooking…e dintorni)

360 g sugar
120 g water
30 g glucose syrup
240 g acacia honey
60 g egg white
30 g sugar
200 g almonds
200 g hazelnuts
150 g candied orange
1 heaping tablespoon of liquorice powder

Seed oil

First of all prepare a 10×10 cm or 16×27 cm pan of lining it with baking paper brushed with seed oil (to make sure the torrone doesn’t stick to the edges I advise you to brush the entire pan).
Place the nuts on a baking sheet and heat them in the oven at 80° C.
In a saucepan, mix water, sugar, glucose syrup and bring to a boil.
The syrup must reach 144° C and will take approximately 15′.
Meanwhile in standup mixer bowl put the egg whites with the remaining sugar, whipping at low speed to make it frothy.
When the syrup reaches 118° C put the acacia honey to boil in another saucepan and at the same time increase the speed of the whip of the standup mixer.
I suggest you to put the honey in a big saucepan as with boiling it will increase greatly its volume eventually spilling out, which is what exactly happened to me with the consequent damage to the ceramic glass cooktop (sugars corrode and eventually break the surface when hot, make sure your surface is always clean from sugars) .
The honey will have to reach 124° C.
When the syrup reaches 144 °C slowly pour it in the bowl where you are whipping the egg whites stiff.
After the syrup slowly add the honey.
Finally add the liquorice powder.
The mixture should be runny.
When all thoroughly mixed remove the whip and with the help of a spatula fold in the warm nuts and candied peel.
Mix well until all ingredients are incorporated homogeneously.
Pour the mixture into the pan and with your hands lightly greased with seed oil press it to ensure that the height of the nougat is uniform and all is well distributed over the entire surface of the pan.
You can also place a sheet of greased baking paper on top and smooth with your hands.
Let the mixture harden, it will take about 10 hours.
After this time you can cut the torrone with a sharp knife, greased with vegetable oil, and wrap it in clear plastic sheet.
I don’t recommend you to do the mono portions being the whole process really long and stressful being the plastic sheet very difficult to close with a ribbon or string.
Alternatively, you can cut the slightly larger rectangles and simply wrap them in the plastic sheet, sealing it with decorative tape (washi tape works fine).

torroni 2

Torrone alla liquirizia e Auguri di Buon Natale

L’ultima ricetta prima di Natale, non so ancora se sarà l’ultima ricetta in assoluto nell’ambito dolciario ma il rischio è grosso (diciamo che nella mia nuova dieta lo zucchero è considerato il nemico numero uno e vorrei evitare di cadere in facili tentazioni anche con un solo piccolo assaggio). Le idee son tante, il cambiamento è inevitabile, il tutto è un quotidiano divenire. Ci tenevo molto a postare questa ricetta perché per quanto semplice per me l’aggiunta di un singolo ingrediente ha reso un dolce che già mi piace molto una prelibatezza ancora più speciale. Tutte le persone che l’hanno assaggiato son rimaste molto colpite, soprattutto per la freschezza che la liquirizia conferisce al torrone. Un dolce molto natalizio, semplicissimo da fare (su mancano 3 giorni a Natale e ce la potete fare). Con questo dolce vi saluto, saluto il 2014 e accolgo il 2015 con curiosità e fiducia che andrà tutto bene. Auguro a tutti voi delle splendide feste ed un Felice Anno Nuovo. Ci vediamo nel 2015!

Sciroppo di glucosio
75 g zucchero
35 g acqua
1/4 cucchiaino di succo di limone

Mescolare bene tutti gli ingredienti in un pentolino che possa essere messo nel forno.
Lasciate nel forno a 80° C per 20′, fuori dal forno mescolate bene per fare in modo che gli ultimi granelli di zucchero si sciolgano e versate in un vasetto pulito.
Fate raffreddare e riponete in frigorifero.
Potrete usare lo sciroppo di glucosio dal giorno successivo.

Torrone alla liquirizia (ricetta base di Cooking…e dintorni)
360 g zucchero
120 g acqua
30 g sciroppo di glucosio
240 g miele di acacia
60 g albume
30 g zucchero
200 g mandorle
200 g nocciole
150 g arancia candita
1 cucchiaio colmo di polvere di liquirizia

olio di semi

Per prima cosa preparate una teglia di 10×10 cm oppure di circa 16×27 cm foderandola con carta da forno spennellata con olio da cucina (per assicurarvi che il torrone non incolli ai bordi consiglio comunque di spennellare anche tutta la teglia.
Mettete la frutta secca su una teglia e scaldatela in forno a 80° C circa.
In un pentolino mischiate l’acqua, lo zucchero e lo sciroppo di glucosio e fate bollire.
Lo sciroppo deve arrivare a 144° C e ci metterà all’incirca 15′.
Nel frattempo nella planetaria mettete l’album e ed il restante zucchero, azionando la frusta a bassa velocità per fare schiumare.
Quando lo sciroppo raggiunge 118° C mettete il miele d’acacia a cuocere in un altro pentolino e aumentate la velocità della frusta della planetaria.
Vi consiglio di mettere il miele in un pentolino molto capiente in quanto bollendo aumenta considerevolmente di volume rischiando di traboccare, cosa che è successa a me con conseguente danno alla piastra in vetro ceramica (le piastre vengono rovinate e corrose quando calde e a contatto con zuccheri).
Il miele dovrà raggiungere i 124° C.
Quando lo sciroppo avrà raggiunto i 144° C versate a filo e lentamente alla ciotola dove stanno montando gli albumi, finito lo sciroppo aggiungete sempre a filo e lentamente il miele.
Da ultimo aggiungete la polvere di liquirizia.
Il composto deve essere colante.
Finito gli inserimenti diminuite la velocità, togliete la frusta e con una spatola aggiungete la frutta secca appena fuori dal forno e i canditi.
Mescolate bene finché tutti gli ingredienti siano inseriti in maniera omogenea.
Versate il composto nella teglia e con le mani leggermente unte con olio di semi premete per fare in modo che l’altezza del torrone sia uniforme e che sia bene distribuito per tutta la superficie.
Potete anche mettere un foglio di carta da forno unta e lisciare per bene con le mani.
Lasciate che il composto rapprenda, ci vorranno circa 10 ore.
Trascorso questo tempo potrete tagliare il torrone con un coltello ben affilato unto di olio di semi.
Confezionate il torrone in plastica trasparente per alimenti, tipo acetato.
Non consiglio di fare le mono porzioni a caramella perché è un lavoro davvero lungo e stressante, in quanto la carta è molto difficile da chiudere con il nastro.
In alternativa potete tagliare dei rettangoli un po più grossi è semplicemente avvolgerlo nell’acetato e chiudere con dello scotch decorativo (il washi tape funziona benissimo).

8 thoughts on “Liquorice Torrone and Christmas Wishes / Torrone alla liquirizia e Auguri di Buon Natale

  1. Ho fatto il torrone morbido sabato pomeriggio, ma mi è venuto decisamente “troppo morbido”. Mannaggia la tempistica, sono sicura che se avessi seguito tutti i tuoi passaggi ( soprattutto per lo sciroppo ) avrei ottenuto un risultato migliore (perché ad essere onesti ti è venuto una meraviglia). Ora me la segno, se va bene ci riprovo in questi pochi giorni che mi separano dal 25 … o al massimo si ritenta per la fine dell’anno!
    Nel caso fosse l’ultima ricetta pre-festiva mi porto avanti e ti faccio tantissimi auguri … in caso contrario apresto e buona giornata!

    • Ciao Martina, non temere, il mio primo torrone era praticamente semiliquido!
      Poi ho fatto una grande ricerca online e vedendo la ricetta di Cooking e dintorni (mi ero scordata di mettere il link, ora ho corretto ;) ) mi son decisa a provare perché come dici tu è molto puntuale
      Mi raccomando ocio al vetroceramica!
      Ricambio gli auguri e rilancio con un abbraccio!
      Serene feste di Natale a te cara
      Baci
      Lou

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...