Crunchy Licorice Snails / Chioccioline croccanti alla liquirizia

chioccioline

It has been a while that I’ve been entertaining the idea of experimenting a little with basic grissini dough and some time ago, a morning before going off to work, I baked my first batch of grissini snails. But having made the snails too big the result was quite mediocre. The exterior was crisp and crumbly, but as I finished nibbling all the outer part disappointment hit me, the inside was moist and soft. I set aside the snails idea for a while, making a mental note to create smaller snails, in short a bite-size version or as italian foodblogger love to call this kind of product: finger food. The idea came back at full speed after Michela brought me a fantastic licorice powder. Why not create a new flavor of sweet grissini – one of my favourite snacks – using licorice and shaping the dough as a spiral? The result is amazing and has captured the hearts and taste buds of my trusted tasters. So irresistible that on the same day I brought a small packet to work to nibble on them during my break, needless to say that at the end of the day there were none left! You can bake these snacks as an appetizer, or just as a snack to nibble on during a break or in front of a good movie. You choose, I assure you that this recipe will not disappoint you. Crunchy and irresistible, once you start you can’t stop! The basic dough is super versatile and if you do not like the liquorice can always flavor it with other ingredients such as seeds or spices. Let yourself be carried away by imagination!

Crunchy Licorice Snails

110 g levain, 100% hydration
160 g water
330 g unbleached bread flour
1 g powdered malt
1 g instant yeast powder
10 g extra virgin olive oil
3 g salt
1/2 teaspoon of licorice powder

For dusting
40 g brown sugar
2 g of licorice powder

Dissolve the levain in the water, add dry yeast, malt and oil.
Add flour, salt and breadcrumbs.
You should have a soft but not sticky dough.
Shape a sausage folding in the dough with your thumbs.
For dough folding technique and grissini shaping check this very useful video by Vittorio of vivalafocaccia.com.
After putting the sausage in oiled clingfilm let it rise about 3 hours.
Shape the grissini and roll them in the sugar and licorice powder.
Cut the grissini in half an roll them up into snails pinching the end of the tail to the dough.
You will have bitesize snails, approx 2 cm wide.
Bake in oven preheated at 180° C with ventilation mode on for 15′, then lower at 100° C and bake another 10′.
If not wholly crunchy leave a few other minutes, until all crispy.
Let cool on a wire rack.

chioccioline2

Chioccioline croccanti alla liquirizia

Era un bel po’ che accarezzavo l’idea di sperimentare un poco con l’impasto dei grissini e già una mattina di qualche tempo fa ho sfornato la mia prima teglia di grissini a chiocciola. Avendo però fatto delle chioccioline troppo grandi il risultato è stato abbastanza mediocre. L’esterno era croccante e friabile come piace a me ma finito di sbocconcellare tutta la parte esterna la delusione, l’interno rimaneva umido e morbido. Ho accantonato le chiocciole per un po’, facendo l’appunto mentale di creare delle chiocciole più piccole, insomma una versione bite-size o come piace tanto ai food blogger italiani di oggi finger food. L’idea è tornata di gran carriera dopo che Michela mi ha regalato della fantastica polvere di liquirizia. Perché non creare un nuovo gusto di grissini dolci (la mia passione) usando proprio questa polvere e tentando la formatura a chiocciola? Il risultato è stato strabiliante e ha conquistato cuore e papille gustative delle mie cavie. Così irresistibili che il giorno stesso me ne son portata un piccolo pacchettino al lavoro, inutile dire che a fine giornata non ne era rimasta mezza! Un’idea diversa per accompagnare un aperitivo, oppure da sgranocchiare durante una pausa o davanti a un buon film. Scegliete voi, vi assicuro che non vi deluderanno. Croccanti ed irresistibili, una tira l’altra! L’impasto base è super versatile e se proprio non vi piace la liquirizia potete sempre aromatizzarle con altri ingredienti come semi o spezie. Lasciatevi trasportare dalla fantasia!

Chioccioline croccanti alla liquirizia

110 g licoli idratato al 100%
160 g acqua
330 g farina 0
1 g malto diastatico
1 g lievito di birra in polvere
10 g olio evo
3 g sale
1/2 cucchiaino di polvere di liquirizia

Per lo spolvero
40 g zucchero di canna
2 g polvere di liquirizia

Sciogliere il licoli nell’acqua, aggiungere il lievito secco, il malto e l’olio.
Aggiungere le farine, il sale e il pangrattato finché avrete un impasto morbido ma non appiccicoso, poi formate un salsicciotto facendo delle pieghe con i pollici.
Per tutta la lavorazione dell’impasto e formatura dei grissini vi rimando a questo utilissimo video di Vittorio di vivalafocaccia.com.
Dopo aver messo il salsicciotto nella pellicola oliata lasciatelo lievitare circa 3 ore.
Formate i grissini e passateli nello zucchero mischiato con la liquirizia in polvere.
Cuocete nel forno preriscaldato a 180° C ventilato per 15′, poi a 100° C per 10′.
Controllate che la cottura sia ultimata, le chioccioline devono essere croccanti sia dentro che fuori.
Se così non fosse lasciate le chioccioline a cuocere ancora a 100° C.
Quando pronte lasciate raffreddare su una gratella.

22 thoughts on “Crunchy Licorice Snails / Chioccioline croccanti alla liquirizia

  1. Oltre alle liste estive di libri, ho anche le liste estive di dolci da volere (fare). Queste raggiungono posizioni alte, in lista.

  2. Stamattina le ho viste e ho aviuto una voglia irrefrenabile di possederle :D
    Ma come si fa? Sarò normale?
    Se poi le immagino croccanti, friabili…..oddio, svengo.
    Stai usando in modo meraviglioso la mia polvere magica, e non avrei potuto desiderare di più!

    Brava la mia sperimentatrice che non si arrende mai.
    Ce la facciamo ciccia!
    Baci a profusione ❤

  3. These sound a little too delicious (as in, if we nibble on them together while watching tv, then you’d better not leave me alone with them). I’m curious whether you considered a savory version of them, maybe part of good bread basket with antipasti. Thanks. Ken

  4. Ma che belle queste croccantissime chioccoline!! L’utilizzo della liquirizia poi è molto particolare, mi incuriosisce molto!

  5. Vengo qui per la prima volta (mi incuriosisco sempre quando leggo bei commenti lasciati su altri blog e allora seguo il filo del palloncino…) e gli occhi si fermano accesi su questa ricetta per due motivi: adoro questa forma e adoro tutto ciò che è legato alle lumachine… :D E soprattutto ho preso da poco la polvere di liquirizia e sono in cerca di idee particolari per usarla… eccola, me l’hai appena data!
    Quindi grazie, come primo incontro proprio niente male… :D

    • Ciao Francesca!
      Anche io adoro saltellare da un commento all’altro!
      Son felice di fare la tua conoscenza e che tu abbia apprezzato questa ricetta.
      Anche io adoro le forme a lumachina :)
      Un abbraccio e spero di veder presto le tue sperimentazioni con questa polvere meravigliosa :)

  6. Pingback: “Cuochi d’artificio”: Sweet Pesto Snails / “Cuochi d’artificio”: Lumachine al “pesto dolce” | rise of the sourdough preacher

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...