Comfort food: Buckwheat and Hazelnut flour Pie with Broccoli and Walnut filling / Comfort Food: Crostata salata di grano saraceno e nocciole con ripieno di broccoli e salsa di noci

torta broccolo 1

Last week I started working again, part time, after 10 months unemployment. It feels weird, since the blog was born it became a fulltime job for me and it’s hard to let go, even if a little. Still struggling to make my schedules meet, maybe Panettone weekend wasn’t helpful and scrambled my brain a little, I had the chance to bake some bread only once with a semi-failed experiment that turned out nicely (but in the rush forgot to take notes). This is not good. New schedule will be tough since the ideal solution seems to put the alarm clock at 6 a.m. and be able to get out of the bedsheets within half an hour. I need to bake and cook, to write and to take very bad pictures with my camera. This has become my life, my balance, the driving force of my life. As Wing Chun Kung Fu discipline teaches, I must be like water and adapt to circumstances. So far I am applying this philosophy better in my daily life than in the gym, the obstacles are not an enemy anymore but have become a trigger to new solutions and it feels good. Hectic but good. Fitting a photoshoot of ingredients for the next blog post between necessary groceries, putting together my take away lunch and the last train suitable to get to the dentist fills me with adrenaline and I realized that my love for action and last minute rushing to the train station had been almost forgotten. The bread will have to be accurately scheduled and maybe these first weeks will be filled with lunch recipes and occasional special recipes (not dropping the Panettone thing, no sir!) but this blog is here to stay.

This said, the recipe described in this post is one of my favourite Autumn/Winter treats. I made it up during a very difficult time of my life, being far from my love, friends and family working in Brig, a very tiny village in the Valais region. My life was mainly made of waking up, doing one hour exercises/bicycle, connecting on Facebook, going to work, baking and cooking, and all other daily tasks. I found more and more comfort baking and cooking for myself. Strangely enough this recipe is the result of my recycling philosophy, taking what was lying in the fridge and the pantry and putting it together. It became one of my favourite recipe. All comforting ingredients (at least to me) are there. First of all buckwheat flour, a taste so warm and deep it feels like home. Broccoli, my beloved Brassicacea, so earthy and essential. Walnut, creamy yet pungent in it’s aftertaste. A tiny hint of Hazelnuts to add a little sweetness. Isn’t this the quintessential comfort food?

Buckwheat and Hazelnut flour Pie with Broccoli and Walnut filling
x 4-3 persons, 20 cm diameter pan

100 gr AP flour
100 gr buckwheat flour
50 gr finely ground hazelnuts
1 egg yolk
4 tablespoons olive oil
6 gr salt
50-60 gr water

Combine the flours, salt and hazelnutsnuts and mix until completely uniform.
Add the beaten egg yolk and olive oil and begin to knead.
Slowly add the water a tablespoon at a time until you get a homogeneous and smooth dough.
Shape it into a ball, cover with plastic wrap and let stand in refrigerator at least an hour before you roll it out.

Walnut sauce
40 gr walnuts
50 gr pine nuts
1 garlic clove
50 gr parmesan cheese
salt
oil
milk

Mash the garlic or chop it finely.
In a mixer, blend walnuts, pine nuts, garlic , salt and oil until you have a rough cream, with still quite large pieces of nuts.
At low speed blend adding the parmesan cheese and a little milk at a time, until you have a softer and smoother cream.

Filling
walnut sauce
1 egg white
300 gr baked broccoli
1 garlic clove
2 tablespoons bread crumbs
3-4 tablespoons olive oil
pepper and salt

Boil the broccoli until cooked but still slightly crunchy, about 6′-8′.
In a pan heat 3-4 tablespoons of oil, add a clove of garlic, chili and breadcrumbs.
Fry and add the drained broccoli, and cook over medium heat for 6′ or so.
Remove from heat, throw the garlic, take half of the broccoli and mix them with the egg white and walnut sauce.
Add salt according to taste and add it to the broccoli.
Roll out the dough and put it in the buttered pan.
With the remaining dough you will cover up the pie with lozenges.
Pour the mixture on the dough and cover with 1 cm wide strips of dough.
Bake in a preheated oven at 180° C for 50′.

broccolo2

Comfort Food: Crostata salata di grano saraceno e nocciole con ripieno di broccoli e salsa di noci

La settimana scorsa ho ricominciato a lavorare, a metà tempo, dopo 10 mesi di disoccupazione. Sembra strano, dal giorno che il blog è nato è diventato un lavoro a tempo pieno per me ed è difficile staccarsi dalle vecchie abitudini, anche solo un po’. Sto ancora faticando a far quadrare i miei programmi, forse il Panettone dello scorso fine settimana non mi ha fatto troppo bene e ha confuso ulteriormente il mio già caotico cervello. Da una settimana a questa parte sono riuscita a cuocere del pane solo una volta, recuperando in corner un esperimento semi-fallito che si è rivelato piacevole al palato (ma nella fretta mi dimenticata di prendere appunti). Ciò non va bene. Ci vuole una rigida pianificazione delle giornate e sarà dura, in quanto la soluzione ideale sembra mettere la sveglia alle 6 del mattino ed essere in grado di uscire dalle lenzuola in mezz’ora. Ho bisogno di cucinare, scrivere e fare pessime foto con la mia macchina fotografica. Il blog è diventato il mio equilibrio, la forza trainante della mia vita. Come la disciplina del Wing Chun Kung Fu insegna, devo essere come l’acqua e adattarmi alle circostanze. Finora applicare questa filosofia mi riesce meglio nella mia vita quotidiana che in palestra, ma è pur sempre qualcosa. Gli ostacoli non sono più un nemico, ma sono diventati la molla per elaborare nuove soluzioni e mi sento bene. Frenetica nelle mie giornate, ma bene. Incastrare un photoshoot di ingredienti per il prossimo post sul blog tra la spesa dell’ultimo secondo perché mancano i generi alimentari necessari, contemporaneamente mettere insieme il mio pranzo take away con l’occhio all’orologio attenta a non perdere l’ultimo treno possibile per arrivare puntuale all’appuntamento con il dentista mi riempie di adrenalina. Il mio amore per il costante movimento e le operazioni kamikaze last minute, tipo correre alla stazione ferroviaria e prendere il tremo giusto in tempo, era stato quasi dimenticato e tornare a come ero una volta non è facile ma quanta gioia mi dà! Le ricette di pane dovranno essere pianificate accuratamente e forse queste prime settimane saranno piene di ricette per il pranzo e occasionalmente spunteranno delle ricette speciali (e mica la mollo l’avventura Panettone, no signori!). Un’unica certezza, questo blog è qui per restare.

Detto questo, la ricetta descritta in questo post è una delle mie preferite per affrontare le freddi sere della stagione Autunno/Inverno. Me la sono inventata durante un periodo molto difficile della mia vita, che ho passato lontana dal mio amore, dalla famiglia e dagli amici. Lavoravo a Brig, un piccolo villaggio nella regione del Vallese dove non c’è praticamente nulla. La mia vita era principalmente fatta di sveglia, esercizi di stretching e cyclette, Facebook, andare a lavorare, la panificare e cucinare, e di tutte le altre attività quotidiane. Ho trovato forza e conforto nel panificare e cucinare, da sempre due attività che mi appassionano. Stranamente questa ricetta è il risultato della mia filosofia di riciclo, è saltata fuori prendendo ciò che giaceva in frigo e nella dispensa e mettendo il tutto assieme. E’ diventata una delle mie ricette preferite. Tutti gli ingredienti-coccola (almeno per me) ci sono. Prima di tutto la farina di grano saraceno, un gusto così caldo e profondo che al primo assaggio ci si sente come a casa. I broccoli, le mie amate brassicacee, così terrigene ed essenziali. Le noci, cremose ma un poco pungenti nel loro retrogusto. Un piccolo accenno di nocciole per aggiungere un po’ di dolcezza al tutto. A voi no suona come il comfort food per eccellenza?

Crostata salata di grano saraceno e nocciole con ripieno di broccoli e salsa di noci
x 3-4 persone, teglia di 20 cm di diametro

100 gr farina 00
100 gr farina di grano saraceno
50 gr nocciole tritate
1 tuorlo d’uovo
4 cucchiai di olio d’oliva
6 gr di sale
50-60 gr di acqua

Unite le farine, il sale e le nocciole e mischiate finché tutto uniforme.
Aggiungete il tuorlo d’uovo sbattuto e l’olio d’oliva e iniziate ad impastare.
Piano piano aggiungete l’acqua un cucchiaio alla volta finché otterrete un impasto omogeneo e liscio.
Formate una palla, ricopritela di pellicola alimentare e lasciate riposare in frigo almeno un’ora prima di stenderla.

Sugo di noci
40 gr noci
50 gr pinoli
1 spicchio d’aglio
50 gr di parmigiano
sale q.b.
olio q.b.
latte q.b.

Schiacciate lo spicchio d’aglio oppure tritatelo finemente.
In un mixer frullate noci, pinoli, aglio, sale e olio finché avrete una crema grezza, con ancora dei pezzi abbastanza grandi di noci.
A bassa velocità frullate aggiungendo il parmigiano e un poco di latte alla volta, finché avrete una crema più morbida e omogenea.

Ripieno
sugo di noci
1 albume d’uovo
300 gr di broccoli
1 spicchio d’aglio
2 cucchiai di pangrattato
3-4 cucchiai di olio d’oliva
peperoncino e sale q.b.

Bollite i broccoli finché cotti ma ancora leggermente croccanti, circa 6’-8’.
In padella scaldate 3-4 cucchiai di olio, unite uno spicchio d’aglio inciso, del peperoncino e il pangrattato.
Fate imbiondire e aggiungete i broccoli scolati, saltandoli a fuoco medio per 6’ circa.
Togliete dal fuoco, buttate lo spicchio d’aglio, e frullate metà dei broccoli con l’albume e il sugo di noci.
Salate a piacere il composto e unitelo ai broccoli interi.
Stendete l’impasto e inseritelo nella teglia imburrata.
Con il restante dell’impasto farete la copertura a losanghe.
Versate il composto e ricoprite con delle striscioline di impasto tagliate ad una larghezza di circa 1 cm.
Infornate in forno preriscaldato a 180°C per 50’.

Con questa ricetta partecipo al contest Comfort food di La cucina delle streghe

contestLacucinadellestreghe

14 thoughts on “Comfort food: Buckwheat and Hazelnut flour Pie with Broccoli and Walnut filling / Comfort Food: Crostata salata di grano saraceno e nocciole con ripieno di broccoli e salsa di noci

  1. Forza Lou! Non ti fermare! Mi rivedo molto in te quando leggo i tuoi racconti! ;) Questa crostata mi ispira un casino, ma in realtà mi ha colpito soprattutto, perchè secondo me farà letteralmente impazzire il mio compagno. Gliela preparo questo weekend! Ti darò feedback.
    Baci!

  2. Mmmm cette tourte a l’air tout simplement délicieuse, j’adore l’association des différentes saveurs, le broccoli, les noisettes, tout ! C’est sain et gourmand, bravo Lou !

  3. Come ti capisco: questa estate, dopo tanti anni, anche io ho ricominciato a lavorare ed è stata davvero dura riorganizzarmi e soprattutto tralasciare il mio amato blog, a cui molto devo! E che dire della mia pasta madre che ha dovuto stazionare ben tre mesi nel congelatore?
    Questa ricetta è veramente un confort food invernale, di quelli che, appena rientrati da lavoro, ti fanno sentire davvero a casa!

    • Ciao Silvia!
      Beh dai io ho la “fortuna” che non devo occuparmi di nessuno se non di me stessa, il problema è che voglio fare un sacco di cose e non mollare nulla!
      Povera pasta madre confinata in Siberia!
      Spero di non dover arrivare a tanto!
      Grazie per i complimenti, e come hai capito il mood della ricetta!
      Un abbraccio e buona serata
      Lou

  4. Fatta questo weekend. Ho preparato l’impasto sabato sera, bollito i broccoli e preparato sugo di noci (che mi sarei finita a cucchiaiate alle 11 di sera).
    Ho assemblato il tutto ieri sera. Unica differenza con la tua ricetta: ho fatto l’impasto con le mandorle e non con le nocciole, perchè non le avevo…mi è piaciuta da norire, buonissima, rustica e gustosa. Anche il mio fidanzato ringrazia!
    Un abbraccio Lou, è stato un weekend di passione con questo benedetto panettone…

    • Che gioia leggerti stamattina, ne avevo proprio bisogno.
      Grazie per aver creduto nella mia ricetta ;)
      Vero che la salsa di noci è una droga?
      Anche io mi devo trattenermi ogni volta dallo spapparla via tutta!!!
      Sono davvero felice vi sia piaciuta.
      Guarda, io ho affrontato panetun numero due ma il risultato non mi sembra granché migliore.
      Sto giro ho perso l’incordatura perché ho messo troppi tuorli.
      Che rabbia!
      Ora mi tocca trovare una seconda ricetta per il riciclo del panettone (oggi o domani arriva la prima, il Tronchetto di Natale con Panettone…ricetta mooolto anni ’90 recuperata da un vecchio speciale di “A Tavola” a tema natalizio :D
      Aspetto il tuo resoconto del weekend.
      Un abbraccio grande e buojn inizio settimana (ma quanto è volato il weekend?)
      Baci
      Lou

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...