Blackcurrant infused summer memories / Memorie estive al sapore di cassis

IMG_3693

I grew in a little town, immersed in green fields and woods. With a close group of friends we used to explore the surroundings, play in a disused caravan and climb to our tree house (well more of a tree raft I suppose) where we used to read comic books and eat biscuits we’d steal from our mother’s pantries. I have memories of hot summers spent in my dad’s garden,  watering ourselves with his hose, picking berries we’d eat voraciously.  Our hands stained and our heart filled with joy.

Those images came back to my mind after I read Panissimo’s theme for this month: “Bread with summer fruits”. I could’nt ignore the call to bake with some of the best berries my dad grows in his garden, so I started to think about those long gone days and came up with a bread perfect for tea break. You can use water instead of beer for a child friendly version. I quite like the flavor added by the beer, which makes this bread deep and earthy. I found the basic recipe I’ve taken inspiration from on www.slashfood.com, but I chose not to put butter in my dough and used sourdough instead of commercial yeast.

Guinness, blackcurrants and dark chocolate bread

115 gr sourdough 50% hydration, refreshed twice
or
155 gr 100% hydrated sourdough, refreshed twice

275 gr strong flour
100 gr wholemeal flour
220 ml Guinness beer
15 ml olive oil
30 ml lukewarm water
7 gr salt
½ tsp molasses
55 gr blackcurrants
40 gr dark chocolate, roughly chopped

Sieve the floours together, put aside 330 gr.
Mix water, sourdough and molasses.
Add the 330 gr flour and let sit for 30’.
Fold in beer, oil and the remaining flour, add salt the last.
Let sit for 3 hours, covered, until the dough doubles it’s size.
Gently punch the dough and work in the blackcurrants and chocolate, very gently, trying not to squash the fruits too much. I suggest to do this in a well oiled bowl, following this procedure for the stretch and fold technique.
You can find a good tutorial with images on pan di pane blog.
Let sit until doubled, approx. 2 hours.
Preheat the oven at 190°C, keeping a small saucepan with 1 inch of water on the bottom shelve for the first 10’ of baking, then bake for another 40’. Keep the oven door slightly open for the last 5’ of baking. Cool on a rack.

With this bread I participate to Panissimo, an event created by Barbara of (www.myitaliansmorgasbord.com) and Sandra (www.sonoiosandra.blogspot.com) and hosted this month by Barbara of (www.myitaliansmorgasbord.com)

quello+buono+

IMG_3692

Memorie estive al sapore di cassis

Sono cresciuta in un paesino sulle pendici di una montagna. Verde intorno, boschi. Un gruppetto affiatato di amiche che giravano sempre assieme, una piccola gang. Ricordo estati torride passate a scorrazzare per campi e arrampicarci su un albero attrezzato con assi di legno (una zattera più che una casa sull’albero).  Ad innaffiarci con l’acqua della canna dell’orto di mio padre,  dove ci rifocillavamo con tutte le bacche che ci capitavano sotto tiro. Le mani impiastricciate e i volti felici.

Queste sono le immagini che ha evocato il tema di Panissimo di questo mese , “Pane con frutta estiva”. Come non cogliere questa ghiotta occasione per fare razzia nel rigoglioso orto del mio babbo, in ricordo dei tempi lontani? Ho ideato un pane saporito, adattissimo per una merenda all’ombra (si può benissimo sostituire la birra con dell’acqua per una versione child friendly), che unisce la dolcezza del cassis al gusto deciso del cioccolato fondente. La ricetta da cui ho preso ispirazione per l’impasto è presa da slashfood.com anche se io ho deciso di non mettere il burro nell’impasto e ho usato la tabella di pastamadre.altervista.org per convertire le proporzioni di lievito da ldb a lm.

Pagnotta alla birra, cassis e cioccolato fondente

115 gr lievito madre integrale 50% di idratazione, rinfrescato due volte
oppure
155 gr lievito in coltura liquida, rinfrescato due volte
275 gr farina di forza
100 gr farina integrale
220 ml birra
15 ml olio d’oliva
30 ml acqua tiepida
7 gr sale
½ cucchiaino di melassa
55 gr di cassis
40 gr cioccolato fondente tagliato grossolanamente

Setacciare le due farine assieme e metterne da parte 330 gr.
Mescolare l’acqua, il lievito madre e il melassa.
Unire i 330 gr della farina, lasciare riposare 30’.
Aggiungere olio, birra, la restante farina e da ultimo il sale.
Lasciare riposare, coperto, fino al raddoppio (circa 2-3 ore).
Sgonfiare delicatamente l’impasto e facendo delle pieghe (inserire nell’impasto il cassis ed il cioccolato, facendo molta attenzione a non schiacciare troppo il cassis (l’impasto è molto idratato, conviene fare delle pieghe stretch and fold direttamente nella terrina ben oleata).
Per la tecnica stretch and fold trovate un ottimo tutorial con immagini sul blog pan di pane.
Lasciare riposare fino al raddoppio, circa 2 ore.
Cuocere in forno preriscaldato a 190°C con dell’acqua in un pentolino per i primi 10’, in seguito cuocere altri 40’ lasciando lo sportellino del forno leggermente aperto per gli ultimi 5’ della cottura. Raffreddare su una gratella.

con questo pane partecipo a Panissimo, evento creato da Barbara (www.myitaliansmorgasbord.com)  e Sandra  (www.sonoiosandra.blogspot.com)  e ospitato questo mese da Barbara (www.myitaliansmorgasbord.com)

Image and video hosting by TinyPic

7 thoughts on “Blackcurrant infused summer memories / Memorie estive al sapore di cassis

    • non riesci a procurarti del cassis fresco?
      magari se ci metti dei mirtilli é buono uguale ;)
      ti dirò é stata proprio una cosa tirata fuori così molto a istinto ma son rimasta molto stupita io stessa dal sapore, é piaciuto tantissimo!
      se lo dovessi provare fammi sapere cosa ne pensi ;)

  1. this looks lovely and it reminds me of the bread I am planning for Panissimo as well. really interesting the combination of dark beer, fresh berries and chocolate, no wonder this bread has been a hit at home. Thank you for participating!

  2. Ho detto a Jane l’altro giorno: avete vissuto una bellissima infanzia! Ricordo i travestimenti, i vostri giornalini illustrati…
    Ti abbraccio con affetto, Vera

    • Come hai ragione Vera…se ci penso non so quanti ragazzinoi abbiano questo privilegio oggi…la libertà che avevamo di scorrazzare nella natura é stato un dono prezioso, non cambierei nulla ma proprio nulla.
      E poi la cassapanca dei travestimenti, era relegata in un casseto della memoria, grazie per averla fatta riemergere :)
      Un abbraccio
      P.s.: questi giorni dovrò fare babysitting al’orto del Daddy, vedrò di passare magari con un prodotto del mio forno ;)
      Un abbraccio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...