Introductions / Le presentazioni

IMG_2954

Lazzarus & Berta 2 (left to right)

First step/post done I can introduce you to my two little babies, the bubbly creatures that live in my fridge.

My first sourdough starter was born in December 2010, when I had a long period of recovery at home and decided I needed to find a recipe for the perfect pizza dough (but I’ll discuss this in another post). She made it through traumatic relocations, a reincarnation from her twin sister I had given to my mother (she got the sourdough flu and never recovered eversince), and an incredible resuscitation in October 2011. And after all these events it has been given the obvious name of Lazarus.

The second one came into my life the same moment Lazarus was lying in my kitchen, given for dead and left alone for the weekend in hope he would resuscitate after sugary baths and a good dose of water and flour. Not having much faith in it’s resuscitation I contacted a sourdough pusher I had found through La comunità del cibo pasta madre. To my delight, coming back home I found Lazarus alive and kicking. I found myself with two sourdoughs (how would you feel killing a lovely and innocent sourdough that someone has fed and loved through the years?). And so new friendships were born, one with Berta 2 the revenge (being the original wholemeal sourdough’s name Berta) but most important with the sourdough pusher itself, Elisa of La mia cucina etica. She is an amazingly good vegan chef, so don’t miss checking her blog out!

IMG_2953

Lazzarus & Berta 2 (left to right)

Presentazioni

Superato lo scoglio del primo post passiamo alle presentazioni delle mie due compagne di viaggio, le creaturine bollicinose nei vasetti di vetro.

La prima creatura ha quasi 3 anni ed é nata a Dicembre del 2010, durante un mio lungo periodo di convalescenza a casa durante il quale mi sono dedicata alla ricerca dell’impasto per la pizza perfetta (ma ne parlerò in un altro post). Ne ha passate tante ma é giunta nel 2013 in salute, superando traumatici traslochi prima, reincarnandosi dalla gemella regalata a mia madre (contagiata irrimediabilmente pure lei dalla febbre del lievito madre) e infine resuscitando da un inquietante stato comatoso ad Ottobre del 2011. Dopo tutte queste vicissitudini mi é sembrato anche normale ribattezzarla con il nome di Lazzaro.

La seconda é entrata a far parte della scuderia proprio nel momento in cui il futuro Lazzaro giaceva, morente ed intubato, per il weekend a casa. Dopo un lavaggio con lo zucchero e vari rinfreschi, le speranze oramai morte, in preda alla disperazione mi sono affidata ad una spacciatrice trovata online tramite La comunità del cibo pasta madre. Tornata a casa la mia pasta madre era resuscitata ed arzilla, ma oramai mi ritrovavo con due paste madri (perché voi ve la sentireste di far morire una creaturina bollicinosa che é stata amata e nutrita da qualcuno nel corso di anni e anni?).  E nuove amicizie sono nate, una con la pasta madre integrale ribattezzata Berta due la vendetta (essendo Berta il nome della pasta madre originaria) ma soprattutto con la sua spacciatrice, Elisa di La mia cucina etica bravissima chef vegana (il cui blog ovviamente vi invito a visitare).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...